Seguici su: FacebookTwitter

voto genericaIl 4 marzo andremo a votare per eleggere il nuovo Parlamento nazionale, il Presidente e il Consiglio della Regione Lombardia. Siamo convinti che questa scadenza elettorale inciderà profondamente sul  futuro del nostro paese. Novaluna, associazione culturale autonoma ed indipendente  dalle forze politiche ma non indifferente a ciò che avviene nella società e nel mondo politico istituzionale, facendo riferimento ai suoi valori statutari, costituzionali e antifascisti, intende proporre  alcune riflessioni ai  propri soci, simpatizzanti e ai concittadini. Città Persone e Libera Monza e Brianza condividono le nostre posizioni e sottoscrivono l’appello al voto.

logo pdRiflessioni sul colloquio con un' amica che non voterà PD (ma voterà Giorgio Gori!). Quest'amica, di sinistra da sempre, nonostante il riconoscimento dei molti risultati dei nostri governi, mi ha detto che non voterà PD perché non sopporta Renzi.

altanContinua il ciclo di Novaluna “Ripensiamoci”, un’indagine-riflessione su forme e contenuti di comunicazione nell’epoca della post verità. Stavolta (lunedì 11 gennaio al Binario 7 di Monza) è stato il turno della satira e del teatro, per i quali relatori d’eccezione erano Francesco Tullio Altan, fumettista, vignettista e autore satirico, ed Elio De Capitani, attore e regista teatrale e cinematografico. Intervistati per l’occasione da Antonio Cornacchia, direttore di Vorrei.

donne gen popPer il titolo di questo nuovo articolo ho preso spunto da un piccolo grande saggio che ho letto tutto di un fiato di Margherita Cogo, donna speciale che ho avuto il piacere di conoscere personalmente, politica del Partito Democratico, prima e per ora unica donna sindaco di Tione di Trento, prima e per ora unica Presidente donna della Regione Trentino Alto Adige, e prima e per ora unica Vice Presidente donna della Giunta Provinciale del Trentino. Ma da questo saggio non ho preso spunto solo per il titolo ma anche e soprattutto per i pensieri e le idee che condivido appieno e di cui voglio farvi partecipe rielaborandoli a modo mio.

costituzioneCostituzione italiana: Art. 49

Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti, per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”.

diversità integrazioneIl primo sabato di dicembre visito una mostra esposta nel salone del Binario 7 e mi incuriosisco subito le titolature sottostanti alle esposizioni.
La Violenza non conosce colore. Il pregiudizio uccide la società. La terra è proprietà comune. Il dialogo è l’arma per abbattere i muri. Connubio perfetto tra religione e felicità. Nel silenzio gli occhi raccontano cose che la bocca non riesce a dire. Sono forse capitato in una iniziativa promossa da vetero pacifisti o residuali cattocomunisti o da monaci zen? L’Unione fa la forza. In prima fila non solo a scuola ma nel sociale. Il mondo è tuo cosa aspetti a cambiarlo?

casa pound renziRiceviamo e pubblichiamo la lettera che Maurizio Montanari ha inviato all'Anpi e che segue una proposta di incontro con l'associazione. Buona lettura.

parlamentoIn Primavera, andremo alle elezioni con la nuova legge: il “Rosatellum”.
Al di là delle tecniche e delle modalità previste da questa legge e da quelle precedenti, credo si impongano alcune riflessioni e domande riguardo allo stato di salute della nostra democrazia, ovvero sistema elettorale e sistema dei partiti.
La malattia è grave ed è attraversata da infezioni progressive che rischiano di portarla alla morte: un paese a rischio di ingovernabilità permanente e una cittadinanza assente all’esercizio del voto. Ma a quanto pare forze politiche, giornali e opinione pubblica non se ne preoccupano più di tanto.

logo pdLa nascita del PD, dieci anni fa, è il risultato di una idea liberal di Veltroni e Rutelli, di unire le forze democratiche, ricostruire una sinistra di governo che assumesse responsabilità e capacità per cambiare e modificare i blocchi conservatori e corporativi, che impedivano alla società di evolvere economicamente, socialmente e culturalmente.

destinazione italiaÈ ormai passato qualche giorno dalla tappa brianzola del treno di #DestinazioneItalia con a bordo Renzi e dal lancio ufficiale della candidatura di Giorgio Gori alla Presidenza di Regione Lombardia. Vorrei condividere con voi una riflessione.

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?