Nel programma elettorale di Gigi Ponti, candidato del Partito Democratico alla presidenza della provincia di Monza e Brianza, non poteva non essere presente un articolato ed efficace progetto per promuovere lo sviluppo delle politiche giovanili, garantendo alle nuove generazioni quattro condizioni per "divenire" adulti: terminare gli studi, avere una occupazione, avere una indipendenza abitativa, costruire una famiglia.

 

 

 

Per la prima volta dal Dopoguerra, infatti, i figli temono di andare incontro a condizioni di vita peggiori di quelli dei loro padri. Le sempre maggiori esperienze di precariato, inoltre, creano una generale dimensione di incertezza, alimentata dal cortocircuito tra reale e immaginario dovuto al mondo della comunicazione e alla diminuzione di esperienze reali significative. La famiglia di origine costituisce sempre più un "ammortizzatore sociale" naturale, incapace, però, di garantire la costruzione di nuovi cittadini indipendenti.

Davanti a queste problematiche, la Provincia deve attivarsi per sostenere e promuovere l'avvenire dei giovani e per renderli protagonisti della società di cui rappresentano il futuro.

Le nuove generazioni costituiscono innanzitutto una risorsa e un'opportunità per sé e per la società e devono essere accompagnati nella loro formazione e nella loro introduzione all'interno del mondo del lavoro: bisogna riconoscere e garantire loro "un diritto di cittadinanza".

Gigi Ponti e il Partito Democratico intendono, dunque, aprire una "stagione di nuovi diritti": il diritto all'autonomia e all'accesso delle risorse della comunità, il diritto all'informazione e alle pari opportunità, il diritto alla socialità, agli spazi e a relazioni significative, il diritto alla creatività e all'espressività, il diritto alla partecipazione, il diritto all'integrazione delle diversità.

Questi tentativi di migliorare il "benessere" dei giovani attraverso interventi differenziati per temi, età e diversità di condizione, si inseriscono in un quadro istituzionale e di risorse di riferimento come la "Carta Europea della partecipazione giovanile alla vita locale", l'istituzione di un Ministero della Gioventù con un Fondo nazionale per le politiche giovanili, gli accordi di programma tra Ministero-Regioni-Enti Locali e un coordinamento orizzontale tra i responsabili alle politiche giovanili nelle varie realtà locali.

Per potere realizzare tutto ciò, Gigi Ponti e il PD propongono delle soluzioni attuabili e adeguate.

La costituzione, per esempio, di un "Osservatorio Provincia Giovani" che monitori le aspettative e le esigenze dei giovani. L'introduzione di un Sito specifico "Provincia Giovane" nel futuro portale della Provincia, dove si potrà intervenire interattivamente in forum tematici. La creazione di un Delega provinciale alle politiche giovanili attraverso l'istituzione di un "tavolo provinciale" specifico.

Verrà inoltre promossa la creatività delle nuove generazioni attraverso l'istituzione di Concorsi annuali rivolti a progetti e iniziative promosse da associazioni giovanili nel campo dell'arte e della comunicazione. Saranno anche avviati "Piani Locali giovani" che sostengano economicamente le varie attività e verrà realizzata annualmente una Festa-Convention del protagonismo giovanile, dove sarà possibile uno scambio di esperienze e idee per il futuro.

La nuova Provincia si farà anche carico di accompagnare le nuove generazioni dalla scuola al mondo del lavoro attraverso la creazione di percorsi formativi differenziati per amministratori, operatori pubblici e del terzo settore con l'obiettivo di migliorarne le professionalità.

Verrà istituito un "Fondo di accesso al futuro" per garantire sostegno creditizio ed economico ai giovani interessati all'avvio di nuove esperienze d'impresa e saranno sviluppati lo Sportello Europa, la Carta Giovani e la "rete degli sportelli orientativi".

Gigi Ponti e il Partito Democratico hanno quindi ben presente le reali problematiche dei giovani e intendono risolverle attraverso politiche precise all'interno di un nuovo, grande ed utile strumento: la Provincia di Monza e Brianza.

Michele Marcaletti

Sergio Civati

Forum Giovani PD Monza

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?