PdGianni Cuperlo ha presentato ieri alla Camera del Lavoro di Milano la tre giorni di Bologna (dal pomeriggio del 15 al 17), organizzata dalla nuova Fondazione del Partito Democratico da lui guidata.

Gianni ha sottolineato che l’evento di Bologna non sarà una tradizionale conferenza di programma, con obiettivi a breve termine ma avrà l’ambizione di riflettere sui cambiamenti epocali che stiamo vivendo e sull’agenda del nostro Partito per il prossimo decennio.

Ha quindi esaminato i due eventi fondamentali che hanno segnato “un cambio di paradigma”: la rivoluzione digitale e la crisi del 2008.

La rivoluzione digitale

Nel 2006-2007 sono successe un po’ di cose:

  • Facebook diventa accessibile a tutti.
  • Google acquisisce YouTube
  • Amazon lancia Kindle
  • I Governi cominciano a parlare di Energia pulita
  • Crolla il costo della mappatura del DNA

Si dice che le persone non leggono più ma, in realtà, non si è mai scritto e letto come in questo tempo. Sono gli strumenti a essere cambiati: si stima che ci siano nel mondo circa 4 miliardi di cellulari e di questi 1 miliardo siano Smartphone, mentre i PC sono circa 2 miliardi.

Oggi si parla di “capitalismo della sorveglianza” ad indicare la raccolta e l’uso che viene fatto di una montagna di nostri dati.

Siamo entrati nella “quarta rivoluzione industriale”, dopo quella della macchina a vapore del ‘700, l’elettricità e il petrolio tra fine ‘800 e inizio ‘900, la nascita dell’informatica e della telematica dopo la seconda guerra mondiale.

E’ ovvio che tutto ciò impatta sulla qualità della democrazia e della rappresentanza !

La grande crisi del 2008

Non puoi capire Trump, la deriva dei paesi dell’Est, i sovranismi senza pensare alla grande crisi economica del 2008.

Se questa è la portata della sfida, il PD da solo non ce la fa. Di conseguenza la tre giorni di Bologna si svolgerà assieme a personalità e associazioni esterne al PD; per esempio il Forum Disuglianze Diversità coordinato da Fabrizio Barca o il movimento “cittadinanzattiva” che conta oltre 100.000 iscritti.

Dopo una sessione plenaria Venerdì pomeriggio, nella giornata di Sabato si svolgeranno 6 Laboratori. L’obiettivo è “avviare una semina” per un lavoro che continui nel tempo.

Per partecipare all’evento di Bologna occorre iscriversi, a questo indirizzo https://www.partitodemocratico.it/tuttaunaltrastoria/

Comunicate anche al Segretario cittadino e alla segreteria provinciale la vostra intenzione di partecipare; verrete contattati per i dettagli logistici (alberghi convenzionati e bus organizzati).

Tutti a Bologna !

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?