1000piazze scuola little

Di seguito le principali proposte del PD per la scuola. 


Un grande investimento nel servizio integrato di educazione e istruzione 0-6 anni
, per scuola dell’infanzia (3-6 anni) ad accesso universale, gratuito e obbligatorio, al fine di garantire la progressiva gratuità dei servizi educativi 0-3 anni ai nuclei familiari a basso ISEE, con particolare attenzione all’offerta formativa nel Sud del Paese.

Un piano per una scuola inclusiva, che preveda: 

  • estensione dell’obbligo formativo da 10 a 13 anni di frequenza e relativa armonizzazione dei percorsi di istruzione e formazione professionale; 
  • accesso universale e gratuito alle mense scolastiche; 
  • gratuità e a costo differenziato secondo ISEE del trasporto scolastico e dei libri di testo; 
  • incremento del numero e dell’importo delle borse di studio
  • estensione del tempo pieno e prolungato, con particolare attenzione al Sud e diminuzione di alunni ed alunne nelle classi numerose; 
  • investimento nella didattica laboratoriale
  • potenziamento degli strumenti di inclusione linguistica
  • istituzione di un Fondo nazionale, integrativo di quello regionale, per viaggi-studio, gite scolastiche, tempo libero nel doposcuola e acquisto di attrezzature sportive e strumenti musicali
  • istituzione di una rete scolastica presidio di comunità nelle periferie e nelle aree interne; 
  • realizzazione di ambienti di apprendimento sostenibili, accessibili, innovativi, sicuri e dotati di sistemi di aerazione; 
  • revisione della composizione del Consiglio di istituto per garantire maggiore rappresentanza e partecipazione di studenti e studentesse.


La valorizzazione del personale della scuola
, attraverso: 

  • allineamento delle retribuzioni alla media europea, entro i prossimi cinque anni, mediante un nuovo contratto di lavoro, che investa su rinnovamento professionale, riveda la procedura sulla formazione incentivata, definisca orario di lavoro, incarichi e sviluppo di carriera
  • organici dell’autonomia in grado di assicurare il diritto al successo formativo, nonché stabilità e continuità ai lavoratori della scuola; 
  • incremento dell’organico dei docenti di sostegno e della scuola dell’infanzia, per garantire l’estensione del tempo pieno; 
  • progressivo accesso al ruolo dei docenti precari mediante procedure specifiche che ne valorizzino esperienza e competenza professionale;
  • nuovo sistema per la formazione e selezione dei dirigenti scolastici nonché eliminazione progressiva delle reggenze; 
  • potenziamento della struttura amministrativa e gestionale delle scuole, del contingente di personale tecnico e dei collaboratori scolastici; 
  • procedure rapide affinché le retribuzioni per supplenze saltuarie siano saldate entro 30 giorni.

Clicca qui per visionare il programma completo del PD.

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?