Seguici su: Facebook  Instagram  YouTube

PdUna lettera firmata da 29 sindaci della Brianza per denunciare il caos vaccini in Lombardia a corollario di un non-governo che grava come un macigno sulle spalle e sulla pelle dei cittadini della nostra regione. Tra i firmatari di questo appello direttamente rivolto ai vertici di Regione, al governatore AttilioFontana, all’assessore Letizia Moratti e a Guido Bertolaso, anche il sindaco di Monza, Dario Allevi.

Non è l’unico primo cittadino in quota Forza Italia o Movimento 5 Stelle a mettere la firma – e la faccia – in calce a quella che è l’ennesima denuncia nei confronti della gestione leghista di ormai un anno di pandemia. Una imbarazzante sequela di errori e incompetenza che sugella quasi 30 anni di governo di centrodestra in quella che non senza boria veniva descritta come la Regione “locomotiva d’Italia” ma che alla prova dei fatti ha rivelato di essere esposta e fragile e mai tutelata da amministratori non all'altezza, da decenni.

E dunque la Lega viene scaricata anche dai sodali di sempre, quel centrodestra che con un po’ di pudore non volta la testa dall’altra parte davanti a cotanto scempio. L’attacco diretto all’inadeguatezza del sistema sanitario lombardo, e nel merito brianzolo, giunge attraverso la lettera dei Sindaci rivolta agli alti vertici, in particolare vedendo gli scarsi risultati delle sedi vaccinali di prossimità.

I Sindaci di Monza e della Brianza chiedono a gran voce la possibilità di proseguire nel percorso di attivazione dei Medici di Medicina Generale, in modo tale da rendere reale la costituzione dei centri vaccinali. Ritenendo inoltre urgente una nuova modalità di comunicazione che veda i Sindaci non unicamente come semplici ratificatori delle decisioni, ma parte attiva e integrante del processo discelta.

“Penso sia notevole sottolineare come la Lega, sia rimasta isolata all’interno del centro destra dal momento che anche Sindaci di Forza Italia (fra cui Dario Allevi) hanno firmato la lettera. – il commento di Matteo Raimondi, segretario del Partito Democratico Monza – Se anche gli alleati si smarcano dalla gestione imbarazzante di Regione Lombardia, mi chiedo come sia possibile per qualcuno continuare a negare il disastro lombardo”.

“A Monza è tutto fermo. - commenta invece il capogruppo del Partito Democratico Egidio Riva - Anche le vaccinazioni. Se ne è finalmente accorto anche il sindaco Allevi che, seppure in forte ritardo, chiede all’assessore regionale Letizia Moratti e alla ATS gli interventi e le risposte che tutti da tempo attendiamo. Meglio tardi che mai, si è soliti dire. Ma a Monza siamo ormai abituati all’inerzia e ai ritardi delle amministrazioni di centrodestra, sia in città sia in Regione. Speriamo solo che questo strazio finisca presto, per il bene di tutti noi”.

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?