Seguici su: FacebookTwitter

comunePochi giorni prima di Natale la maggioranza di centrodestra ha votato il Bilancio Comunale per il 2020. Cosa succede è molto semplice.

La destra al governo della città tartassa famiglie e fasce più deboli di cittadini aumentando IRPEF e TARI e giustifica le sue scelte dicendo che “l’aumento delle tasse è un atto doloroso, un sacrificio che chiediamo ai cittadini”.

Un sacrificio che chiedono ai cittadini più deboli. E basta. Le chiacchiere stanno a zero. Allevi & co hanno deciso scientemente di togliere ai più deboli, chiedendo loro di fare ulteriori sacrifici per recuperare quei 700-800 mila euro che servono per far quadrare i conti.

Ricordiamo alla cittadinanza chi sono i responsabili. Coloro, cioè, che non hanno voluto ascoltare gli inviti fatti dall’opposizione di centrosinistra a non fare questa scelta penalizzante per le fasce più deboli della cittadinanza.
Eccoli, i forti con i deboli: i consiglieri monzesi di Lega Nord Salvini, Forza Italia, Noi con Allevi, Monza con Maffè.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?