Seguici su: FacebookTwitter

sport

Nell’ultimo Consiglio Comunale è stato affrontato un tema delicato che da risposta alla grande domanda di disponibilità di ore che le numerose associazioni sportive richiedono per lo svolgimento delle attività sportive cittadine.

Si è discusso infatti l’ogg 158: Regolamento di concessione delle palestre scolastiche e degli impianti sportivi a diretta gestione del Comune

L’anno scorso abbiamo approvato il regolamento sulla concessione contributi e sul registro delle associazioni sportive. Con l’intento di dare una risposta organica alla domanda, senza privilegiare alcuno, abbiamo voluto proporre un regolamento delle forme di gestione, accesso ed uso degli impianti sportivi a gestione diretta delle palestre scolastiche di proprietà o affidati al comune.

I modi regolamentati sono :

- Mediante affidamento in gestione

- Direttamente dall’Amministrazione, per affidamento di spazi orari con concessioni annuali o temporanee

Il regolamento ha tra le sue finalità la promozione dello sport e dei suoi valori, promuove l’attività sportiva, sancisce una collaborazione con le società sportive e le associazioni del territorio per garantire l’educazione motoria per tutte le età.

Siamo tra i pochissimi comuni che mantengono la regia nell’assegnazione degli spazi, proprio per rafforzare il principio di trasparenza ed equità.

Le palestre scolastiche sono state classificate in 3 categorie

- Palestre di categoria “A” sono le palestre che hanno una rilevanza agonistica

- Palestre di categoria “B” sono le palestre che hanno rilevanza dilettantistica amatoriale

- Palestre di categoria “C” sono le palestre che si prestano allo svolgimento di attività ludico-motorie e del tempo libero

L’amministrazione comunale darà un contributo a parziale copertura delle spese sostenute . L’importo sarà deliberato dalla giunta comunale.

In riferimento alle concessioni annuali delle palestre scolastiche in orario extrascolastico, la domanda di ore settimanali è 1.066, di cui 783 sono le ore concesse. Non vengono pertanto soddisfatte 283 richieste.

Questi dati si riferiscono alle 29 palestre scolastiche. Se si inseriscono il NEI e la palestra della Forti e Liberi, i devono essere aggiunte 100 ore settimanali.

Le domande non sono soddisfatte per varie ragioni, per esempio in alcuni casi le palestre disponibili non sono idonee per l’attività richiesta.

Il 77% delle società monzesi chiedono una quantità di ore che va da 1 a 10 ore settimanali . Il 54% delle ore vengono utilizzate da discipline come pallavolo e pallacanestro. A seguire le tipologie di discipline più diffuse sono è hockey e rotellistica e con percentuali minori le altre discipline.

Infine, il PD, nella persona del Consigliere Franco Monteri ha proposto un emendamento che ha introdotto una attenzione particolare e importante riguardo all’ applicazione, in via prioritaria, dei criteri relativi a tutela delle fasce deboli e della territorialità ; L’emendamento ,ponel’accento alla promozione di forme di governo sempre più vicine ai cittadini, alla diffusione ed al sostegno della cultura dello sport aperta a tutti e partecipata. L’emendamento accolto sottolinea la volontà dell’amministrazione di concedere gli spazi a prezzi contenuti ed, in particolare a garantire la fruizione a titolo gratuito delle palestre e degli impianti per i campi estivi.

La Delibera è stata votata da tutte le forze politiche presenti in Consiglio, salvo la Lega Nord che ha votato contro.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?